Consum-attori

Amazon fuorilegge

Amazon fuorilegge

Amazon fuorilegge, gravi omissioni nella vendita di cibo. Ecco 18 nuovi esempi

Amazon fuorilegge. Come abbiamo denunciato all’Antitrust, il gigante del commercio elettronico viola platealmente le regole d’informazione al consumatore. Dopo una prima indagine sulle irregolarità del servizio Amazon Pantry, abbiamo raccolto altri eloquenti esempi. Sempre in attesa che l’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato – e le altre autorità competenti – intervengano al più presto per la tutela dei consumatori e la garanzia di legalità.

Amazon fuorilegge, altri 18 casi

In totale disprezzo delle regole a tutela del consumatore, Amazon continua a vendere cibi e bevande senza fornire informazioni obbligatorie di base, come la lista degli ingredienti, la presenza di allergeni, la tabella nutrizionale, la denominazione dell’alimento, per citarne alcune. Notizie che rilevano anche ai fini della sicurezza alimentare.

Riportiamo qui di seguito 18 esempi di inaccettabili violazioni di legge e dei diritti dei consumatori. Per ciascuno di essi la violazione è descritta e documentata da immagini catturate dalla nostra indagine “sul campo”.

1) CRODINO, TWIST

Mancano

blank
blank
blank

2) SANT’ANNA, SANTHÈ

Sono assenti

  • la denominazione di vendita,
  • la lista degli ingredienti ed eventuali ingredienti allergenici,
  • il QUID dell’ingrediente caratterizzante (in tal caso il limone),
  • la dichiarazione nutrizionale.

blank
blank

3) GAIA, KETCHUP

In questo caso difetta

  • un’indicazione univoca della quantità del prodotto in vendita – che in un caso è citata in 950g, in un altro 1,02kg, 1.03kg in un altro ancora.
  • La doverosa indicazione del prezzo al kg a sua volta non risponde ad alcuna delle indicazioni precedentemente fornite.
  • Manca altresì la dichiarazione nutrizionale, di cui appare solo un’immagine sfuocata, del tutto illeggibile.

blank
blank

4) VIVIBIO, BISCOTTO DI FARRO

Anche qui mancano

  • denominazione dell’alimento
  • Lista ingredienti,
  • allergeni.
  • Oltre alla dichiarazione nutrizionale, a maggior ragione doverosa – già prima del 14.12.16 – in quanto sono visibili claim nutrizionali sul fronte della confezione. Analoghi rilievi possono venire eseguiti sull’intera gamma di prodotti ViviBio commercializzata da Amazon.
  • blank
    blank

5) PANEALBA, GRISSINI NOSTRANI

Le informazioni obbligatorie essenziali (es. elenco ingredienti e dichiarazione nutrizionale) risultano illegibili, sebbene presenti, a causa di fotografia di confezione trasparente con riflessi di luce.

blank
blank
blank
blank

6) PANEALBA, CROSTINI

Come in precedenza, scatti maldestri rendono le immagini del tutto illeggibili. Le informazioni richieste per legge paiono esistere, ma non sono accessibili nell’immagine, né Amazon le riproduce nell’apposita pagina del proprio sito. Un’altra offerta ‘alla cieca’.

blank
blank
blank
blank

7) GALBUSERA, CRACKER SNACK

Denominazione alimento e composizione risultano illegibili nella riproduzione fotografica del retro della confezione. Il dettaglio della lista ingredienti risulta invece visibile in sole lingue diverse dallitaliano.

blank
blank
blank
blank

8) TUC AL SESAMO

Dei TUC si riporta, per motivi ignoti, il solo fronte etichetta. Cosa vi sia sul retro, rimane un mistero. Amazon trascrive la lista degli ingredienti ma non anche altre informazioni obbligatorie, come

  • la dichiarazione nutrizionale,
  • le condizioni di conservazione,
  • il nome dell’operatore responsabile, etc.
  • blank
    blank
    blank
    blank

9) SAN CARLO, CREMINI

Sul sito web in questo caso appare solo il fronte etichetta e nessun’altra informazione. Né gli allergeni, né l’etichettatura nutrizionale, né tantomeno la quantità Del prodotto. Fatto salvo un del tutto inutile cenno ai 18 g per cremino, come se il consumatore dovesse fare i calcoli per sapere quanto prodotto acquista e a quale prezzo per kg (!).

blank
blank

10) SAN CARLO, PATATINE PIÙ GUSTO, MULTIPACCO

Non sono disponibili

  • le notizie su denominazione dell’alimento,
  • lista ingredienti.
  • Tantomeno le quantità dei prodotti – a fronte di indicazioni variegate, 177 e 179 grammi – e quelle di ciascun ingrediente caratterizzante.
  • L’indicazione relativa agli ingredienti allergenici è altresì variopinta e illegale, nel melting pot delle diciture ‘Contiene Sedano Contiene Grano/Frumento Contiene Lattosio Contiene Latte Contiene Senape Potrebbe contenere Soia’. Quali allergeni su quali prodotti?
  • L’etichettatura nutrizionale è solo parzialmente visibile.

blank
blank
blank

11) BOUNTY, MULTIPACK

Le informazioni obbligatorie appaiono in varie lingue diverse dall’italiano e sono comunque illegibili a causa della pessima qualità dell’immagine. Amazon in questo caso si limita a riprodurre il peso netto del prodotto, senza neppure chiarire il numero di confezioni e di barrette.

blank
blank
blank
blank

12) FORELLI, BUTTER COOKIES

Nessuna informazione né immagine per il consumatore, salvo riporre cieca fiducia nel solo nome del prodotto in lingua inglese (!).

blank
blank

13) FIOR DI LOTO, MUESLI

Una sola immagine fotografica, con indicazioni in caratteri microscopici. La denominazione del prodotto si evince dalla foto, mentre il peso, l’origine e la lista degli ingredienti vengono riportati da Amazon….e il resto delle informazioni obbligatorie per legge?

blank
blank

14) FABBRI, AMARENA

L’unica notizia certa è la presenza di amarene, ma come esse siano preparate e con quali ingredienti non è dato sapere. L’enigma si estende alle proprietà nutrizionali e altre informazioni obbligatorie, che si immagina siano riportate sul retro della confezione tuttavia non visibile. Anche su ciò Amazon tace, salvo indicare il peso netto.

blank
blank

15) RUMMO, ELICOIDALI BIO INTEGRALI

Anche in questo caso, Amazon si limita a riportare la sola immagine del fronte etichetta. Con buona pace della dichiarazione nutrizionale – di sicuro interesse, oltreché obbligatoria, su una pasta integrale – e di ogni altra informazione riportate sui restanti 5 lati della confezione.

blank
blank

16) MATT, FARRO E FAVE

Un’altra pasta fuori dal comune, di cui si colgono essere informazioni spesso illeggibili (es. lista ingredienti, ingredienti allergenici e caratterizzanti, etc.). Secondo copione, Amazon non fornisce le informazioni obbligatorie.

blank
blank
blank

17) DEL MONTE, ANANAS, FETTE AL NATURALE

Etichetta solo in lingua straniera, in contrasto con il requisito linguistico definito dal legislatore italiano – sulla scorta della normativa europea – secondo cui le informazioni obbligatorie sui prodotti alimentari venduti in Italia devono venire obbligatoriamente fornite nella lingua di Dante Alighieri. Anziché, come in questo caso, in quella di Miguel de Cervantes Saavedra. In questo caso il ruolo di Don Quixote è affidato ai consumatori italiani e a chi dovrebbe proteggerli, i mulini a vento dell’illegalità portano il marchio Amazon Pantry. Che ovviamente si guarda bene dall’aggiungere sulla pagina del prodotto alcuna notizia utile a sopperire alle violazioni di legge.

blank
blank
blank
blank

18) SACLÀ, CIPOLLINE ALL’ACETO DI VINO

Le immagini qui proposte sono riferite a un’etichetta vintage, anteriore all’applicazione del Food Information Regulation (FIR, reg. UE 1169/11). L’etichettatura nutrizionale è perciò incompleta. Ma c’è di peggio.

Il peso netto e il prezzo al kg vengono riferiti all’alimento con l’aggiunta del liquido di conservazione. Anziché – come doveroso, per i prodotti sotto liquido di conservazione (di cui al reg. UE 1169/11, All. IX) – al solo alimento. Di conseguenza, il prezzo al kg espresso da Amazon risulta nettamente inferiore a quello reale. Frode in commercio.

blank
blank
blank

Informazioni sull'autore