CHI SIAMO

Wiise srl società benefit, la Relazione di impatto 2019

Wiise srl società benefit, la Relazione di impatto 2019

Wiise Srl società benefit pubblica la propria Relazione di impatto relativa all’anno 2019. Il testo del bilancio sociale 2019 viene riportato qui a seguire.

Introduzione

Le società benefit (SB) rappresentano un’evoluzione del paradigma classico di impresa, poiché integrano l’obiettivo economico con quello di perseguire ‘una o più finalità di beneficio comune, operando in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori ed ambiente, beni e attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse’. (1)

L’Italia è stato il primo Paese in Europa (e secondo al mondo, dopo gli USA) a introdurre le società benefit nel proprio ordinamento, nel 2016. Mediante una riforma del codice civile che consente a imprenditori, manager e azionisti di formalizzare le proprie strategie volte a contribuire a valori condivisi (Contributing to Social Values, CSV. Dongo, 2015). (2) Focalizzando altresì l’attenzione sulla governance dell’organizzazione e i suoi rapporti con l’ecosistema.

Wiise Srl società benefit

WIISE Srl (Workable Ideas and Initiatives for a Sustainable Economy) è stata fondata nel 2012 dall’avvocato Dario Dongo. (3) La società opera in prevalenza nei settori food and feedfood contact materialsconsumer goods, a favore delle sole imprese il cui operato venga considerato – a seguito di valutazioni condivise internamente, sulla base dei dati e le informazioni raccolte – in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs). Nonché, spesso, al fianco e a servizio di istituzioni ed enti non governativi. Le sue attività riguardano:

– ricerca, anche in ambito di programmi co-finanziati dall’UE,

– consulenza strategica e tecnico-legale (rivolta a industrie e PMI agricole e alimentari, distribuzione, associazioni dei consumatori),

– pubbliche relazioni e lobbying, a livello europeo e nazionale, a favore dei soli operatori economici, cittadini e loro categorie e per le sole iniziative che rispondano ai criteri di sviluppo sostenibile e bene comune a cui è improntato l’operato di Wiise S.R.L. s.b., (4)

– formazione a favore di enti pubblici (autorità di controllo, università) e privati (associazioni di categoria e dei consumatori), anche in ambito europeo e internazionale,

– editoria indipendente, attraverso i due portali web GIFT, (la cui sezione dedicata a cibi e bevande italiani è tradotta da autori madrelingua in inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, russo, cinese) e FARE, dedicato ad approfondimenti sul diritto agroalimentare.

Vengono inoltre pubblicati ebook a download gratuito sui vari argomenti trattati.

Obiettivi benefit

Gli obiettivi sociali di Wiise Srl erano già stati focalizzati in fase di costituzione, come la stessa ragione sociale evidenzia (WIISE, Workable Ideas and Initiatives for a Sustainable Economy) e il logo raffigura (mediante i simboli dell’abbraccio e dell’ecosistema, nelle due lettere ‘i’ e nei colori dell’arcobaleno rispettivamente).

Promuovere la conoscenza diffusa e il rispetto delle regole, nonché la ricerca e sviluppo delle migliori prassi tese a garantire la sostenibilità e la rendicontazione socio-ambientale delle filiere e dei sistemi economici sono da sempre gli obiettivi a cardine dell’operato di Wiise Srl. Ai quali si aggiunge l’impegno nel promuovere la consapevolezza, presso i consumAttori, dell’impatto delle proprie scelte su salute, ambiente e benessere delle comunità. Affinché essi possano guidare la svolta delle filiere – alimentari, e non solo – nella direzione della sostenibilità.

Il 6.3.19 Wiise Srl ha riformato il proprio statuto per assumere l’identità giuridica di società benefit (s.b.). In modo da formalizzare la propria azione responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori e ambiente, beni ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse. Gli obiettivi di contribuire ai valori sociali condivisi vengono realizzati attraverso le seguenti, specifiche attività:

1) promozione dello sviluppo sostenibile, nella filiera agroalimentare anzitutto. Con attenzione alle sue dimensioni sociale (tutela dei lavoratori, correttezza delle pratiche commerciali business to business e business to consumers, salute e protezione dei consumatori), ambientale (stima e riduzione del Life Cycle Assessment, economia circolare), economica (equità nella distribuzione delle risorse, partecipazione alle economie distrettuali attraverso un approccio solidaristico e inclusivo, cooperazione internazionale ispirata a principi di solidarietà e di knowledge sharing,

2) informazione indipendente sulla filiera alimentare, dalle sementi e dai mangimi alla forchetta, la nutrizione e la salute,

3) sensibilizzazione degli operatori economici e dei consumatori in merito alle regole vigenti in tema di produzione e vendita dei prodotti alimentari,

4) iniziative di tutela degli interessi collettivi volte ad affermare la legalità e la correttezza delle prassi commerciali, per la tutela dei consumatori e del mercato.

Bilancio benefit 2019

Nel 2019 Wiise ha dedicato grande impegno per contribuire a due progetti di ricerca paneuropei, ProFuture e Camelmilk, in ambito del programma Horizon 2020. Entrambi tali progetti mirano a contribuire allo sviluppo di filiere agroalimentari sostenibili, nei settori di acquacoltura (microalghe) e zootecnia (latte di camelidi e derivati). Con obiettivi specifici di incrementare la food security (sicurezza degli approvvigionamenti alimentari), migliorare le condizioni di vita delle popolazioni e la loro crescita economica. In linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) in agenda ONU 2030.

400 articoli circa sono stati pubblicati nel 2019 sui siti web di informazione indipendente GIFT, FARE ed Égalité. Siti rigorosamente privi di banner o pop-up pubblicitari. Tra le centinaia di articoli, si segnalano alcuni esempi di rilievo rispetto agli obiettivi benefit di Wiise:

– sviluppo sostenibile. ‘World Food Day, 2019. Eat Local, Buy Local, Act Global!’, ‘SDGs, le trasformazioni doverose per la filiera alimentare’, ‘Miscugli varietali di frumento, agrobiodiversità e resilienza’, ‘Sostenibilità della pasta, grani antichi e moderni a confronto. Studio scientifico’, ’PlasticTax e riutilizzo, diatribe italiane ed esempi in Europa’, ‘Filiera corta e km0, tendenze di mercato e norme in Italia’, ‘Canapa industriale ed economia circolare’,

– filiera alimentare, nutrizione e salute. ‘I bambini obesi e in sovrappeso a maggior rischio tumore’, ‘Pangrattato senza glutine, slalom tra grassi, sale e additivi’, ‘Alimenti per bambini, il 68% è junk food. Ricerca europea’, ‘Mediterraneo, un mare di plastica. Il rapporto ISPRA’, ‘Caratterizzazione genetica dei grani antichi siciliani, studio scientifico’, ‘Troppo sale nei prodotti confezionati vegani e vegetariani. Studio australiano’, ‘Il glifosato danneggia il microbioma anche alle dosi ammesse in UE. Studio scientifico e domanda di rinnovo autorizzazione’,

– regole a presidio di sicurezza alimentare e informazione ai consumatori.‘Controlli pubblici ufficiali, al via il regolamento UE 2017/625’, ‘Appalti verdi, la spinta ecologica della riforma,’,’Origine carni suine, decreto in arrivo’, ‘Tracce di DOP e IGP nel prodotto composto? Risponde l’avvocato Dario Dongo’, ‘Nasce Italian Input List, database delle sostanze ammesse nel biologico’, ‘Canapa e CBD, il grande caos’, ‘Etichette conserve di pomodoro artigianale, risponde l’avvocato Dario Dongo’, ‘Sede stabilimento e origine obbligatoria, etichette non conformi’,

– diritti umani fondamentali, reati e altre irregolarità. ‘Coca-Cola, falsa propaganda su salute e benessere rivolta ai teenager. Studio scientifico’, ‘Ferrero, nocciole e lavoro minorile. Inchiesta BBC in Turchia’, ‘Amazon, alimenti scaduti e inidonei al consumo umano’, ‘Pesticidi illegali nell’Agro Pontino, è l’ora di Giuseppe Conte’, ‘Pet food, affari e bidoni in crescita’, ‘Amazon, nuove denunce a Antitrust e ICQRF’,’Deforestazione Made in Italy, Buycott!’,

– iniziative dei cittadini europei e regole per la loro tutela. ‘Tutela dei consumatori, approvata la nuova direttiva UE’, ‘Alluminio e alimenti, come ridurre il rischio contaminazione’, ‘EatORIGINal! Al via la trasparenza su origine e non solo in etichetta’, ‘Class action, le novità in Italia. L’ABC’,

– petizioni. ‘Salviamo le api, al via la raccolta di firme’, ‘L’insostenibile avanzata dell’industria dei salmoni in Scozia. Petizione’, ‘End the Cage Age, 1,5 milioni di firme contro le gabbie in allevamento’, ‘Olio di palma e diesel, la petizione #NotInMyTank’, ‘Whole Foods, Amazon. Maltrattamenti animali e repressione del dissenso, una petizione’,’#StopCorporateImpunity, #StopISDS, petizione per i diritti umani’.

Egalité Onlus

Il 6.3.19, lo stesso giorno in cui lo statuto di WIISE s.r.l. è stato modificato per la sua trasformazione in società benefit, il suo azionista di maggioranza e amministratore unico Dario Dongo ha costituito, assieme ai Collaboratori della società, l’associazione Égalité Onlus.

L’associazione no-profit nasce per fare, creare, contribuire al bene comune. Per promuovere un modello di inclusione sociale in cui l’anello più debole esprime non solo la debolezza ma anche la forza della comunità stessa.

Égalité agisce per la tutela dei diritti umani e dell’ecosistema. Osservare, condividere e agire è lo schema operativo. Che si traduce in azioni concrete, sul fronte dell’informazione ma anche nelle sedi amministrative, politiche e giudiziarie di volta in volta ritenute più idonee a risolvere i problemi.

Le iniziative e i progetti vengono portati avanti con l’aiuto di membri e benefattori. Tra questi figura in primis la stessaWiise S.r.l. s.b., che ha offerto supporto economico e operativo, ivi compresi i contributi professionali di esperti nella comunicazione, avvocati, ricercatori. La squadra di Wiise, in particolare, ha fornito a Égalité il supporto operativo a una serie di azioni volte alla tutela dei diritti delle persone con disabilità. In particolare:

– un esposto all’Autorità Garante per la Concorrenza e il Mercato (AGCM), nei confronti di un fornitore di ausili per la deambulazione e dispositivi, che si è concluso il 27.7.20 con la condanna del professionista Sapio Life Srl a una multa di 240 mila euro e l’affermazione del diritto delle categorie di consumatori particolarmente vulnerabili a ricevere assistenza immediata in caso di guasti di dispositivi e ausili per la disabilità. (5) Anche quando essi siano stati consegnati a disabili e malati su ordine delle ASL. Il Codice del Consumo garantisce infatti la possibilità di ottenere le sostituzioni richieste – o, in alternativa, la riparazione – entro un ‘congruo termine’ dalla richiesta. ‘Senza che siano arrecati notevoli inconvenienti al consumatore, tenendo conto della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore ha acquistato il bene’, (6)

– una denuncia e una querela nei confronti dei legali rappresentanti di ATAC SpA e della società a cui è affidata la manutenzione della linea metropolitana di Roma Capitale, per interruzioni di pubblico servizio e violenze private. A fronte della sistematica inaccessibilità di numerose stazioni di metropolitana nel corso dell’estate 2019 (si veda ‘Metro Roma, black-out ascensori’),

– un esposto all’AGCM nei confronti di Booking.com, per accertare il mancato rispetto del Codice del Consumo nella vendita di servizi di viaggio tramite ecommerce alle persone con disabilità.

Wiise S.r.l. s.b. ha inoltre offerto concreto supporto economico e professionale a Égalité Onlus su vari fronti:

– sponsor all’acquisto del dominio web www.egalite.org, costruzione e mantenimento del sito e dei profili sui social network,

– sponsor esclusivo della missione di Égalité in Senegal, a luglio 2019, per l’organizzazione del primo Disability Pride nel continente africano,

– sponsor e organizzazione della campagna di crowdfunding relativa al progetto ‘Sedia Intelligente’,

– divulgazione di iniziative e progetti di Égalité Onlus, redazione e pubblicazione di articoli su Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e temi correlati (si vedano, a titolo di esempio, gli articoli SDGs, le 6 rivoluzioni necessarie. Studio e commenti, Land grabbing e cambiamento climatico, il rapporto IPCC, ‘European Green Deal, la nuova strategia in UE’),

– condivisione della campagna #Buycott! Soia Ogm olio di palma e carni americane, a cui hanno partecipato anche altre associazioni come Comuni Virtuosi, Humus, Disability Pride, CALG, European Consumers, Legambiente.

La valutazione Benefit Impact Assessment (BIA)

La valutazione dell’impatto generato da Wiise Srl sb è stata eseguita utilizzando il Benefit Impact Assessment (BIA). (7) Un percorso di valutazione sviluppato sulla base delle esperienze delle Benefit Corporation nordamericane, dotate di organizzazioni e risorse imparagonabili rispetto a quelle delle microimprese che operano in Italia nel settore della consulenza, come la stessa Wiise. La valutazione BIA comprende infatti le seguenti aree di analisi:

governance. Per valutare il grado di trasparenza e responsabilità di una società nel perseguimento delle finalità di beneficio comune si ha riguardo ai suoi obiettivi, il livello di coinvolgimento degli stakeholder, il grado di trasparenza delle politiche e pratiche adottate,

– lavoratori. Le relazioni con i dipendenti e i collaboratori sono valutate in termini di retribuzioni e benefit, formazione e opportunità di crescita personale, qualità dell’ambiente di lavoro, comunicazione interna, flessibilità e sicurezza sul lavoro,

– altri stakeholder. Si valutano le relazioni della società con i propri fornitori, il territorio e le comunità locali ove opera, azioni di volontariato, donazioni, attività culturali e sociali, ogni azione di supporto allo sviluppo locale e della propria catena di fornitura,

– ambiente. Si considerano gli impatti della società nella prospettiva di ciclo di vita dei prodotti e dei servizi. E dunque in termini di utilizzo di risorse, energia, materie prime, processi produttivi, processi logistici e di distribuzione, uso e consumo e fine vita.

Il punteggio relativo alla società WIISE S.R.L. Società Benefit, applicando il sistema BIA, è pari a 111,2, ripartito come segue:

impact report 1  punteggi

Il punteggio assegnato sulla base dei menzionati criteri non riflette peraltro l’intensità dell’impegno che Wiise Srl sb dedica, 365 giorni l’anno, agli obiettivi benefit descritti nei precedenti paragrafi. Né considera i risultati delle relative attività.

La gestione ambientale dei rifiuti che la società non produce e i KPI (Key Performance Indicators, indicatori chiave di prestazioni) sono di fatto inapplicabili a una piccola società di servizi basata sullo smart working.

Prospettive

Nel corso del 2020, WIISE Srl società benefit proseguirà l’attività quotidiana di informazione pubblica e gratuita sui temi legati alle filiere alimentare, la sostenibilità socio-ambientale, nutrizione e salute. Con il proposito di intensificare le attività a favore della collettività e in particolare dei soggetti più deboli. In primo luogo le persone anziane, disabili e malate. In sinergia con la società civile e altri enti a ciò dedicati.

Wiise crede profondamente nell’importanza dell’approfondimento e della ricerca scientifica, per lo sviluppo della civiltà come per la crescita dei propri dipendenti e collaboratori. Si intende perciò inserire nella squadra un giovane laureato in tecnologia alimentare, con la prospettiva di avviarlo a un dottorato di ricerca.

Il progetto #SediaIntelligente, che WIISE S.R.L. sb porterà avanti nel 2020 al fianco di Égalité Onlus, aspira a favorire la produzione industriale, in una logica no-profit, di sedie a rotelle leggere e ammortizzate, dotate di una ruota anteriore con motorino elettrico, facile da agganciare e sganciare. Per consentire a tutte le persone con disabilità motoria di affrontare almeno in parte le barriere architettoniche ubiquitarie e favorire la loro mobilità personale. WIISE S.R.L. s.b. nell’arco del 2020 svolgerà attività di crowdfunding per la riuscita di tale iniziativa, anche mediante devoluzione al progetto delle donazioni a riceversi grazie ai vari eBook in via di pubblicazione sui siti GIFT, FARE ed Égalité.

Dario Dongo
WIISE srl società benefit
Amministratore unico

Note

1) V. legge 28.12.15 n. 208, art. 1, comma 376-384
2) Per ulteriori informazioni, vedi http://www.societabenefit.net/
3) Dario Dongo (Genova, 1971) è avvocato e giornalista, MBA (Edhec), master in strategia e governance (Università di Pisa) Ph.D. in diritto alimentare europeo (Agrisystem, Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Cremona). Da oltre 25 anni si occupa di politiche e regole nei settori agroalimentare, ambientale, sicurezza sul lavoro, antitrust e diritti dei consumatori. Ha pubblicato una decina di libri e un paio di migliaia di articoli, oltre a tenere circa 250 convegni, seminari e lezioni in Italia, UE e Paesi terzi,
4) La divisione FARE della società è perciò iscritta nell’apposito Registro della Trasparenza tenuto dalla Commissione europea.
5) V. https://www.egalite.org/garanzia-su-ausili-per-la-disabilita-lantitrust-afferma-il-diritto-allassistenza-immediata/
6) V. Codice del Consumo, articolo 130 comma 5.
7) La legge che regolamenta le Società Benefit ha adottato come riferimento per la relazione di impatto l’architettura del B Impact Assessment (BIA) sviluppato a partire dal 2006 da B Lab specificamente le Benefit Corporation per misurarne gli impatti. Il B Impact Assessment è fondato dalle origini su principi di materialità. Questo strumento è disponibile gratuitamente, anche in italiano, ed è già stato adottato da oltre 70.000 aziende nel mondo.

Informazioni sull'autore