Cioccolato

Cioccolato, alimento paradisiaco

Cioccolato, cibo degli Dei. Le sensazioni che regala la degustazione di un cioccolatino, una pralina, una golosa fetta di salame di cioccolato, un quadratino di fondente extra, sono paradisiache. Per di più, numerosi studi vi associano proprietà benefiche.

Alcune componenti della cioccolata – meglio se fondente – sembrano svolgere una funzione cardioprotettiva e antidepressiva. E di suscitare persino la stessa emozione che si prova nell’innamoramento. Sarà per questo che, una volta assaggiato, è difficile smettere. Tuttavia, considerato che apporta 500 calorie per 100 g, la regola “poco ma buono” del mangiare sano e gustoso va applicata in modo ferreo.

Nella ricerca della migliore qualità è utile conoscere i principali trucchi. Un buon prodotto deve risultare freddo al tatto, e ammorbidirsi al contatto con le dita. L’aroma deve essere penetrante e piacevole. Quando spezzata, la tavoletta deve rompersi di netto, in maniera precisa, producendo un suono schioccante. Altrettanto fondamentale è la corretta conservazione in un luogo fresco e asciutto, ma non in frigorifero. La temperatura ideale è fra 13 e 18 gradi, con un tasso di umidità del 50%. Fanno eccezione ricette come il salame di cioccolato (che affettato sembra salame di carne) destinato al frigo o al freezer.