Archivio

Un mercato in crescita

Anche il Financial Times ha confermato la forte espansione della domanda cinese di latte per l’infanzia prodotto all’estero. I consumatori della Repubblica popolare acquistano prodotti che percepiscono come più sicuri per i loro bambini dopo lo scandalo del latte contaminato con melamina del 2008. La fiducia dei consumatori nei prodotti nazionali è stata ulteriormente indebolita da scandali successivi in un paese dove solo il 28% delle madri allatta. Le stime parlano di un mercato da 82 milioni di consumatori che vale 12,5 miliardi di dollari, cifra che potrebbe raddoppiare nell’arco dei prossimi quattro anni, con la Cina a rappresentare la metà delle vendite mondiali. Alcuni produttori locali stanno provando a commercializzare latte per l’infanzia “stile europeo”, nel tentativo di invertire il trend, mentre il governo cinese ha ridotto le tariffe di importazione dal 20% del 2012 al 5% quest’anno. I produttori internazionali hanno già fatto il loro ingresso nel mercato cinese, le aziende italiane sapranno seguire l’esempio?