Archivio

Pasta Mosconi condivide la ‘Carbon Footprint’

La pasta Luciana Mosconi comunica la ‘Carbon Footprint’ delle sue tagliatelle. A conclusione di un progetto avviato nel 2012 assieme al ministero dell’Ambiente – per calcolare e ridurre l’impronta ambientale della produzione, in termini di emissioni di CO2 – l’azienda marchigiana B&G, leader in Italia nel settore della pasta all’uovo, lancia la nuova fase.

L’etichetta delle paste secche Luciana Mosconi mostra il grande passo compiuto, attestando che d’ora in avanti tutti i gas serra emessi per la produzione delle tagliatelle saranno compensati grazie all’acquisto di crediti di carbonio a vantaggio dello Zimbabwe, paese africano colpito da gravi livelli di deforestazione e siccità.

“Siamo particolarmente orgogliosi di questo importante traguardo raggiunto, perché per noi rappresenta un grande fattore di differenziazione competitiva, visto che il consumatore è sempre più sensibile al valore ambientale delle proprie scelte alimentari, dichiara l’AD della B&G Marcello Pennazzi.