Archivio

Ok alla programmazione produttiva

Buone notizie da Bruxelles per i prosciutti italiani DOP. Nella riforma della Politica agricola comune (Pac) dell’UE si prevede che anche i consorzi di tutela dei prosciutti DOP (come già accade per i formaggi) possano attivare la programmazione dei volumi dell’offerta. “Uno strumento di sostegno – ha spiegato il presidente del Consorzio del Prosciutto di Parma Paolo Tanara – per prevenire situazioni di crisi del mercato e un prerequisito fondamentale per assicurare uno sviluppo equilibrato del mercato stesso”. In Italia la norma interessa principalmente il San Daniele e il Parma ed è stata a lungo richiesta dai consorzi italiani e francesi, da anni impegnati sul tema. Inizialmente attesa nel pacchetto legislativo UE sulla qualità varato nel 2012, la programmazione produttiva ha infine trovato collocazione nel regolamento sulla gestione dei mercati della nuova Pac. Soddisfazione è stata espressa da AICIG, l’Associazione dei Consorzi Italiani ad Indicazione Geografica.