Archivio

La crescita del 2012

La tendenza è netta: al consumatore piace il commercio equosolidale. I dati 2012 sull’andamento dei prodotti certificati Fairtrade attestano una crescita del 13,7% del valore del venduto, che raggiunge i 65 milioni di euro. Per le aziende che hanno scelto di fregiarsi del marchio Fairtrade il segno più che positivo registrato in presenza di un calo generalizzato dei consumi nazionali conferma la bontà della via equosolidale.
Tra i prodotti Fairtrade, la crescita più marcata nel 2012 è tra i gelati e dessert freschi, che crescono del 159%, segno di una maggiore diffusione dell’equosolidale nel consumo fuori casa. Deciso anche il successo dei confezionati dolci e salati, che contengono più ingredienti Fairtrade: per snack, barrette, biscotti, crackers, cereali per la prima colazione la crescita è del 44%. Pronunciata anche l’impennata di frutta secca (+12%). Molto significativa, infine, la quota del biologico, pari al 54%.