Archivio

La classe media sta creando il più grande mercato del mondo

Trainati dalla nuova classe media, nel 2025 i consumi in Cina peseranno per circa un quarto di quelli mondiali, più di tutti gli altri Pesi del cosiddetto gruppo BRIC (India, Brasile e Russia) messi insieme. E’ la previsione di McKinsey & co. che dal 2005 pubblica un rapporto annuale sui consumi in Cina (qui l’edizione 2012). Secondo la società di consulenza, nel 2025 i consumi nella Repubblica popolare cresceranno di 6,2 trilioni di dollari (4,6 trilioni di euro) su un totale mondiale di 26 trilioni. Gli analisti di McKinsey confermano che l’ampliamento del mercato è alimentato soprattutto dall’espansione della classe media, i cui redditi si stanno spostando sempre di più verso i livelli del mondo occidentale. Discorso analogo può essere fatto per la tipologia di consumi, con un maggiore interesse per beni come l’alimentare di qualità. Dato che in Cina il costo della vita è più basso, la soglia di passaggio alla classe media è di solito fissata a 10mila dollari l’anno di reddito. I nuovi ricchi diventeranno sempre di più. Si calcola infatti che il numero di coloro che in Cina guadagnano dai 17mila ai 35mila dollari crescerà dal 6% annuo del 2010 al 51% del 2020.