Archivio

Indagine dell’Andid

È un quadro positivo, quello che emerge dall’indagine dell’Andid sulle abitudini alimentari degli italiani. Il rapporto, basato su oltre 3mila questionari, rivela che la quasi totalità della popolazione rispetta le regole basilari del mangiar bene. Secondo i dati raccolti dall’Associazione nazionale dietisti italiani negli ultimi due anni, l’82% del campione consuma regolarmente la colazione, molto raramente salta un pasto (2,4%) e mangia abitualmente latte e yogurt (55% al Nord, 56% al Sud). Le buone abitudini alimentari, secondo l’indagine, si completano con il soddisfacente apporto di verdura, più alto nel Settentrione (68,3%) che al Meridione (51%), e di frutta, sempre presente nella dieta del 70% degli interpellati. All’Andid commentano positivamente anche l’elevato consumo di pesce dichiarato nell’80 delle risposte e quello di carne bianca: 50,6% una volta a settimana, 41% più di tre volte. Due sole informazioni nell’indagine tradiscono abitudini alimentari poco salutari. Un quarto degli italiani mette in tavola carni rosse tre giorni su sette. Merendine e snack salati, infine, evitati dal 90% degli adulti, sono presenti nelle abitudini quotidiane degli adolescenti.