Archivio

Il valore del Made in Italy

L’associazione delle industrie dei dolci e della pasta italiane, dichiara che ha riscontrato, nei primi otto mesi dell’anno, un risultato positivo nel mercato di export italiano, con un +7,7% in valore, a quota 1 miliardo e 300 milioni e un 1 milione e 200 mila tonnellate. Anche i dolci made in Italy sono in volo sui mercati esteri con vendite crescenti del 12,7%, 1 mld e 800 milioni e 500mila tns consegnate.
Stati Uniti e Brasile restano i principali consumatori di pasta al di fuori del confine italiano, ma si affacciano in positivo, ad incrementare il comparto export, nuovi Paesi come India, Egitto e Iran in particolare dove l’aumento delle richieste dal 2007 ad oggi ha sfiorato il 120%. Anche la Cina apprezza la pasta e negli ultimi cinque anni ha aumento l’import quasi del 40%. In positivo anche la domanda di prodotti senza glutine, organica o ricca di fibre. Nel 2012 ha rappresentato l’11% del totale nel mondo, per un valore globale di 3 miliardi di dollari.
Per quanto riguarda i dolci, sembrerebbero ‘tutti pazzi per il cioccolato’ italiano il cui export sale del 22%, al valore di 650 milioni. Secondo le stime Aidepi-Euromonitor i canali internazionali rappresenteranno l’80% della crescita complessiva per il settore dei gelati.