Archivio

I preziosi scarti del Prosecco Conegliano Valdobbiadene

L’ambiente e la qualità vanno a braccetto nel Prosecco di Conegliano Valdobbiadene. Il vino veneto protagonista nel mondo dell’aperitivo in stile italiano è al centro di una sperimentazione volta alla valorizzazione degli scarti di produzione.

L’iniziativa mira a recuperare valore dai residui delle potature, incanalandoli nel processo virtuoso di generazione energetica da biomasse. Percorso simile è proposto per lo smaltimento delle vinacce. Dopo gli opportuni trattamenti per eliminare parassiti e fitofarmaci, gli scarti umidi della vinificazione sono stati trasformati in un compost che si è rivelato di ottima qualità, e utilmente impiegabile nei vigneti.

Il progetto PRO.S.E.C.C.O – PROduzione Sostenibile di Energia da Combustione e di Compost – è finanziato dalla Regione Veneto. Vi collaborano il Dipartimento TESAF dell’Università di Padova, il Consorzio Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG e la Cantina dei produttori di Valdobbiadene Società cooperativa.