Archivio

Export in crescita

Export in crescita

L’Italia è stata, negli ultimi trent’anni e grazie ad una qualità indiscussa, protagonista di una vera e propria esplosione nel settore delle birra, anche per quanto riguarda la crescita dell’export, tanto da venir considerata, nel panorama internazionale, un autentico fenomeno.
In un mercato difficile, segnato dal calo dei consumi, la birra italiana di qualità registra una nuova crescita dell’export (più di 2 milioni di ettolitri, +11,6% sul 2010) che traina la produzione fino a raggiungere, nel 2011 un ottimo +4,7%.
Grazie anche a questi risultati positivi la birra italiana di qualità  è riuscita a garantire, nei circa 400 impianti (di cui 14 stabilimenti industriali di birra e 2 di malto), un importante livello occupazionale: più di 144.000 addetti, che hanno dato un decisivo contributo proprio all’export.
Un comparto, insomma, che fa bene all’economia italiana, contribuendo con oltre 4 miliardi di euro di entrate allo Stato e assorbendo dall’agricoltura nazionale tutta la materia prima disponibile, confermandosi così un solido punto di riferimento per l’indotto del Paese.