Archivio

Appeal dell’extravergine nel Sol Levante

Appeal dell’extravergine nel Sol Levante

Esportare alimenti italiani in Giappone, olio extravergine di oliva in primis, è una concreta prospettiva. E’ la convinzione di Cultìvia, impresa che offre una gamma completa di servizi dedicata a tutti i protagonisti dell’intera filiera olivicola e delle olive da tavola, dal produttore al consumatore.

In un articolo di Teatro Naturale, Cultìvia si propone come tramite per il Giappone, dove si stima che nel 2010 il valore complessivo del mercato dell’olio d’oliva (famiglie e ristorazione) sia cresciuto del 7,1%, trainato soprattutto dal circuito Ho.Re.Ca.

C’è di più. In Giappone l’olio di oliva è divenuto la seconda tipologia di olio consumato, con una quota del 17% sul totale.

In questo contesto, Cultìvia intende puntare su qualità ed estetica per far spiccare l’extravergine italiano sugli altri. Secondo l’azienda con sede nella provincia di Roma, la “bellezza dei packaging” insieme alla “migliore selezione della produzione italiana”, è la “strada vincente” per la valorizzazione delle eccellenze del made in Italy.